Priiimo

come nasce la matematica

La matematica  traducibile con i termini "scienza", "conoscenza" o "apprendimento"  è la disciplina che studia le quantità (numeri), lo spazio , le strutture e i calcoli.

All'inizio del papiro di Rhind  si trova questa affermazione: " il calcolo accurato è la porta d'accesso alla conoscenza di tutte le cose e agli oscuri misteri".
Con il termine "Matematica"  di solito si designa la disiplina e il relativo corpo di conoscenze.

La matematica  fa largo uso degli strumenti della logica, e sviluppa le proprie conoscenze nel quadro di sistemi ipotetico-deduttivi.

La potenza e la generalità dei risultati della matematica le ha reso l'appellativo di regina  delle scienze: ogni disciplina scientifica o tecnica fa largo uso degli strumenti di analisi, di calcolo e di  
modellizzazione offerti dalla matematica.

Ma arriviamo al punto, la matematica è nata nell'antichità per affievolire i calcoli nel commercio,
di capire i rapporti fra i numeri e di misurare la terra.

E approssimativamente con la suddivisione della matematica nello studio sulla quantità, sulla struttura, sullo spazio e sul cambiamento: (aritmetica, algebra, geometria e analisi matematica), ci sono molte altre suddivisioni ma le più importanti sono queste quattro. 


ARITMETICA: I primi problemi che inducono ad accostarsi alla matematica sono quelli che si possono affrontare con l'aritmetica elementare: i calcoli eseguibili con le quattro operazioni possono riguardare contabilità finanziarie, valutazioni di grandezze geometriche o meccaniche,
calcoli relativi agli oggetti e alle tecniche che si incontrano nella vita quotidiana.


ALGEBRA: L'algebra può essere introdotta come generalizzazione ed estensione dell'aritmetica  , tramite l'introduzione di oggetti simbolici, chiamati variabili e costanti, denotati solitamente con lettere dell'alfabeto.Alle espressioni costruite con l'uso delle variabili e delle costanti, si applicano le operazioni aritmetiche di addizione, differenza, moltiplicazioni e divisioni. 

GEOMETRIA: La geometria piana  si occupa delle figure geometriche nel piano. A partire dal concetto primitivo di retta, vengono costruiti i  segmenti, e quindi i poligoni come il triangolo, il quadrato, il pentagono, l'esagono ecc...
Le quantità numeriche importanti nella geometria piana sono la  lunghezza, l'angolo e l'area 
Ogni segmento ha una lunghezza, due segmenti che si incontrano in un estremo formano un angolo. 
Ogni poligono ha un'area.  Molti teoremi della geometria piana mettono in relazione le lunghezze, angoli e aree presenti in alcune figure geometriche.  

ANALISI MATEMATICA: L'analisi riguarda principalmente il  calcolo infinitesimale,  introduce la fondamentale nozione di limite e quindi di derivata e integrale.
Con questi strumenti sono analizzati i comportamenti delle funzioni, che spesso non hanno una descrizione esplicita ma sono soluzioni di una  equazione differenziale, derivate ad esempio da un problema fisico.

come nascono i numeri matematica primitiva come era usata